NewsInventor

#SEIWeTalk: a tu per tu con gli studenti SEI | Episodio 5

SEI-wetalk-01-27-sito-2

Francesca Vogliotti, laureata in Ingegneria Aerospaziale e iscritta alla Laurea Magistrale in Ingegneria Matematica e all’Alta Scuola Politecnica.

Carolina Grossetti, frequenta la Scuola di Management ed Economia dell’Università degli Studi di Torino e la Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi

Davide Blasutto, ingegnere magistrale meccatronico.

Francesca, Carolina e Davide sono i componenti del team SavingBud, vincitore dell’ultima edizione di SEI Inventor e progetto attualmente preincubato in i3P. Abbiamo chiacchierato con loro dell’importanza della loro esperienza in SEI e dei loro progetti futuri.

Come funziona SavingBud?

Francesca: SavingBud è una piattaforma che mira a diventare il modo standard facile e accessibile a tutti per costruire il proprio piano pensionistico privato, finanziato dai nostri marchi affiliati. Per l’utente è sufficiente scegliere un piano, collegare la propria carta di debito e acquistare nei negozi affiliati per ricevere un cashback direttamente nel fondo pensione.

Con quali aggettivi definireste la vostra esperienza a SEI Inventor?

Francesca: Arricchente

Carolina: Ispirante

Davide: Illuminante

Avete dovuto rimette in discussione alcune vostre certezze durante questo percorso? Come?

Francesca: Io sicuramente ho dovuto ripensare alla mia propensione a fare tutto da sola, come mi aveva abituato l’università. È stato impegnativo ma arricchente poter lavorare con il mio team e trovare la soluzione e l’idea che tutti ritenevano migliore.

Davide: La capacità di collaborare in modo costruttivo è stata fondamentale per poter sfruttare le migliori caratteristiche e capacità di ogni membro del team. Per fare questo abbiamo dovuto imparare a riconoscere i nostri punti di forza e di debolezza, sia professionali che personali.

È appena iniziata la preincubazione di SavingBud in i3P, quali sono i vostri prossimi step?

Davide: Con l’aiuto della consulenza strategica fornita da i3P stiamo definendo una value proposition convincente e che possa essere coerente con il panorama competitivo e con le tendenze attuali del mercato. Dopodiché, inizieremo a costruire un MVP al fine di raccogliere dei primi feedback dagli utenti il prima possibile. Intanto, elaboreremo un piano finanziario che sarà presentato a partner e investitori.

Avete intenzione di ampliare il vostro team prossimamente?

Francesca: Sì, abbiamo bisogno di un CTO per creare il nostro primo MVP che ci aiuti a testare il prodotto e che guidi lo sviluppo tecnico di SavingBud. Siamo aperti a conoscere chiunque voglia contattarci per candidarsi alla posizione di CTO. Siamo anche alla ricerca di sviluppatori, anche in questo caso ogni persona che voglia farsi avanti sarà accolta a braccia aperte!

Come vi ha aiutato la mentorship di SEI per progredire con il vostro lavoro?

Carolina: Durante SEI Inventor, i mentor ci hanno guidato attraverso un’analisi del settore pensionistico, che ci ha permesso di sviluppare un’idea che possa effettivamente risolvere il problema in modo innovativo. Ci hanno anche fornito consigli utili nei momenti più stressanti della competizione, spingendoci a metterci in discussione e a migliorare il nostro lavoro di squadra. Anche dopo la fine di SEI Inventor, sono stati sempre molto disponibili e si sono tenuti in contatto con noi. Siamo molto grati a tutti loro.

Consigliereste un programma SEI a un’altra persona?

Francesca: Assolutamente, è l’ambiente più vario che ci sia, dove puoi incontrare e confrontarti con nuove persone su idee, tecnologia e ogni tipo di argomento. Abbiamo formato dei legami che manteniamo ancora dopo mesi. Inoltre, è un modo per imparare competenze reali ampliando le conoscenze accademiche.

Davide: Certamente. Prima di tutto, ti trascina fuori dalla tua comfort-zone, chiedendoti di costruire qualcosa di significativo, adottando un approccio orientato alle startup. Inoltre, è un buon posto per mettere in pratica le competenze digitali, informatiche ed economiche, mettendole alla prova in una competizione veloce e concentrata. Ultimo ma non meno importante, si incontrano un sacco di persone che la pensano come te, provenienti da culture e background diversi. La rete che abbiamo costruito è stata molto forte, dal punto di vista personale e professionale.

Carolina: Consiglio vivamente di partecipare a un programma SEI. È un’opportunità unica per espandere la propria rete e incontrare persone interessanti. È anche un’opportunità per imparare a uscire dalla propria zona di comfort e sperimentare un approccio lavorativo diverso da quello scolastico: SEI non ti chiede di arrivare a una soluzione seguendo un metodo di soluzione predefinito, ma ti dà gli strumenti per elaborare la tua idea di soluzione. Questo è ciò di cui gli studenti hanno bisogno per diventare adulti intraprendenti.

Condividi questa notizia
Altri articoli
DSCF4085
Inventor

7 nuove invenzioni dall’ultima edizione di SEI Inventor

Device per una didattica più inclusiva, boe che raccolgono la microplastica nei mari, fiori dinamici che riflettono il consumo energetico domestico… Si è conclusa oggi la terza edizione di SEI Inventor: un bootcamp in cui 40 inventori hanno lavorato alla realizzazione delle loro idee imprenditoriali trasformandole in prototipi funzionanti.

team-24
ExplorerPioneerChangerInventor

Nasce la Scuola che insegna a essere imprenditori

È stata presentata oggi la School of Entrepreneurship and Innovation (SEI), un progetto promosso dalla Fondazione Agnelli – in collaborazione con sei partner pubblici e privati – per sviluppare le capacità imprenditoriali degli studenti universitari, attraverso momenti di formazione in aula, esperienze operative nel mondo delle imprese innovative e testimonianze di imprenditori, investitori e professionisti.

Archivio News