News

Libri per Giovani Imprenditori #1 : L’arte di chi parte (bene) di Guy Kawasaki

The Art of the Start Guy Kawasaki

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni”, diceva Umberto Eco. E voi che avete seguito i nostri percorsi Inventor, Pioneer e Changer lo sapete bene: spesso e volentieri noi di SEI vi consigliamo libri interessanti (e utili) da cui prendere ispirazione per chi fa startup, ma non solo. Ed è una buona abitudine cui non vogliamo rinunciare neanche durante questa quarantena ed, anzi, cogliamo l’occasione per consigliarvene qualcuno di quando in quando. E cominciamo con un grande classico, perfetto per imprenditori, liberi professionisti e chiunque voglia lanciarsi in una nuova avventura: “l’arte di chi parte (bene)” di Guy Kawasaki. 

First things first: chi è Guy Kawasaki

Da responsabile marketing della linea Macintosh per Apple negli anni 80 ad attuale punto di riferimento del mondo hi-tech internazionale come managing director della Garage Technology Ventures ed un giornalista per l’ Entrepreneur Magazine, ma anche angel investor, passando per Canva, Google e Motorola: Guy Kawasaki è quello che si definirebbe tra i primi tech evangelist della storia. Ed è proprio lui, tra i più grandi “rivoluzionari” del marketing, a fornirci un distillato della sua esperienza manageriale in diversi best seller. Ma oggi ve ne vogliamo parlare di uno in particolare: di un libro che non può assolutamente mancare dallo scaffale di ogni innovatore che si rispetti: the Art of The Start.

Di cosa parla The Art Of The Start?

Con i suoi 13 capitoli molto brevi ma molto pratici the Art of The Start è diventato subito un classico della letteratura del mondo imprenditoriale appena pubblicato nel 2004. E un vero e proprio “handbook per imprenditori, aspiranti imprenditori, proprietari di piccole e medie imprese e leader di organizzazioni no-profit” che parla sia di come costruire un team, di come lanciare un prodotto, di come fare bootstrapping e di molto altro. Grazie all’edizione 2.0, ripubblicata nel 2015, si sono aggiunti molti altri argomenti, come ad esempio: il discorso dei social media in sostituzione delle classiche agenzie di PR, il crowdfunding al posto dei classici investitori, e così via. Ti segnaliamo che la seconda edizione poi si trova solo in inglese!

3 ragioni per leggere The Art Of The Start

  1. Perché copre tutte le aree collegate alla nascita di una startup con un linguaggio semplice
  2. Perché è super pragmatico
  3. Perché elenca delle semplici regole che rende facilmente applicabili. 
Condividi questa notizia
Altri articoli
DSCF4085
Inventor

7 nuove invenzioni dall’ultima edizione di SEI Inventor

Device per una didattica più inclusiva, boe che raccolgono la microplastica nei mari, fiori dinamici che riflettono il consumo energetico domestico… Si è conclusa oggi la terza edizione di SEI Inventor: un bootcamp in cui 40 inventori hanno lavorato alla realizzazione delle loro idee imprenditoriali trasformandole in prototipi funzionanti.

team-24
ExplorerPioneerChangerInventor

Nasce la Scuola che insegna a essere imprenditori

È stata presentata oggi la School of Entrepreneurship and Innovation (SEI), un progetto promosso dalla Fondazione Agnelli – in collaborazione con sei partner pubblici e privati – per sviluppare le capacità imprenditoriali degli studenti universitari, attraverso momenti di formazione in aula, esperienze operative nel mondo delle imprese innovative e testimonianze di imprenditori, investitori e professionisti.

Archivio News
Sono aperte le candidature per la nuova edizione di InventorCandidati ora